N.14 Ricordi

RICORDI

I ricordi sono la superficie di uno spazio profondo 

dove si incontra quel mistero che ci ostiniamo 

a chiamare anima ma è il mondo. 

Ricordi di che cosa?

di infanzia perduta nella gara labile dei particolari

montati pezzo a pezzo nella gioco del:

“com’è che si diventa grandi”? 

Ricordi di che cosa?

di mani intense che cercano una pelle 

mentre due labbra già sono una sola ?

Ricordi di che cosa?

scoperte irripetibili che solo poi saprai con chi,

per una vita intera, avresti mai voluto farle 

invece di regalarle a chi con te ti passa accanto

solo un momento del suo prezioso tempo ?

Ricordi di che cosa?

parole appena scritte sopra un foglio 

che poi per un istante, su un palco, si credono immortali, 

concetti sensoriali tra gli umani 

brividi vissuti e primordiali ?

Ricordi di che cosa?

di quel che avrei voluto dire e non ho detto mai

per la paura di perder dignità ?

Ricordi di che cosa?

di quell’unico errore che hai commesso 

ma standoci così talmente dentro  

che, solo per questo, mai rinnegherai?

Ricordi di che cosa ?

di tutto che poteva appartenere a tutti 

e invece ci si accorge solo adesso 

che, se non è così, è anche colpa tua?

E ancora, 

ricordi di che cosa ?

di mille altri interrogativi come questi,

che tali resteranno ?

I veri ricordi sono 

confessioni che ognuno riuscirebbe a fare 

già pronto con coraggio a sconfessare.

C’é sempre una verità 

nascosta nel ricordo di qualcosa 

che, per magia, 

vedrà di dare un senso alla parola “andare” 

a tutto quel che per davvero 

adesso ha un solo senso… ed è: 

dimenticare. 

PATRIZIO RANIERI CIU © FABBRICAWOJTYLA 2020 

N.B. La ricezione del presente documento garantisce la conoscenza di una sua origine autorale relativa a testo, forma di attuazione e contenuti logici ed artistici e della conseguente possibilità di utilizzo solo previa autorizzazione del detentore dei diritti dautore nonché di obbligo del riconoscimento di tutte le competenze derivate (SIAE, etc.) in caso di loro applicazione anche parziale o, nel caso di usi solo didattici ed educativi, della citazione della fonte dorigine. 

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *